Agente Letterario | Editing e Promozione Libri Inediti | Francesca Costantino
10) Non posso inviarti il mio manoscritto via email, perché tu me lo ruberesti.
9) Un agente letterario dovrebbe vivere di sole royalties dai libri che fa pubblicare – già premio Top seller 2010.
8 ) LA PAGINA AUTORE e IL PROFILO NomeCognome SCRITTORE.
7) “Quanto mi dai di anticipo?” – a pari merito con “Quando uscirà il film sul mio libro?”
6) Il controllo maniacale delle classifiche Amazon, a un minuto dalla pubblicazione del proprio romanzo – con crescente grado di PERVERSIONE e SADISMO.
5) Il concetto per cui un libro lo vende l’editore, e io autore me ne sbatto della promozione, di fare eventi perché ho sempre altro da fare, di presenziare agli stand in fiera, di esserci ai firmacopie e nei gruppi di lettura e scrittura sovvertendo ogni legge della fisica conosciuta per cui un autore, dopo aver pubblicato, viene inghiottito da un BUCO NERO e sparisce nel nulla, tanto il suo ‘l’ha già fatto’.
4) “IO NON LEGGO, IO SCRIVO”.
3) Crisi isteriche e tentativi di OMICIDIO/SUICIDIO se tu editore o agente letterario dimentichi di rispondere a un messaggio WhatsApp.
2) Ho già pubblicato con editore Big. (Indago, e scopro che si è autopubblicato con service di stampa che distribuiscono – in teoria e via ISBN – anche nella catena a marchio di questo editore Big)
1) Ti garantisco il 50% dei miei diritti, appena mi farai firmare con un editore BIG – già premio “The Saw – il Sadico Enigmista 2015”.
Menzione d’onore: Tutti mi hanno detto che il mio romanzo è bello .
Premio della critica: Io non ho bisogno di un editing, nessuno può cambiare il mio manoscritto.
Televoto: Io scrivo meglio di Tal dei Tali che ha pubblicato con questo editore Big.
Con ironia e affetto, un augurio di Buone feste a tutti i miei amici autori e colleghi agenti ed editori!
Nb. Post ispirato al post pubblicato sulla pagina Prof. Guido Saraceni – Dieci Ottime Ragioni Per Restare Single A Vita.