Agente Letterario | Editing e Promozione Libri Inediti | Francesca Costantino

Buone notizie per gli amanti dei GDR (giochi di ruolo) online, interattivi e anche “fisici”. Da qualche mese è confermata l’ascesa di vendite dei buoni, vecchi e cari librogame, i libri gioco, quelli con i dadi in fondo alla pagina, per intenderci.

Dallo scorso Lucca Comics & Games, fiera di riferimento per il settore fantastico e ludico, emerge proprio questa realtà: dalla ristampa di Vincent Books del ben noto “Lupo solitario” di Joe Dever, che appassionò lettori e giocatori negli anni Ottanta/Novanta, fino ai nuovi titoli di editori e autori emergenti.

È aumentata la produzione di questi libri “interattivi”, così come i canali di informazione sono sempre più attenti al ritorno del fenomeno. E l’interesse è vivo anche tra i produttori di videogiochi, come discusso nell’evento “Letteratura e Gamification – Dal librogame al ruolo del testo nelle opere interattive”, promosso da Astro edizioni – editore ormai affermato in ambito fantasy italiano e non solo – Vigamus Museo del videogioco, Vigamus Academy, AIOMI e GamesVillage, produttori di contenuti e prodotti videoludici di livello internazionale.

Per partecipare all’evento: https://us02web.zoom.us/j/82404954530

Il librogame è quindi un ritorno per i vecchi appassionati, quelli che spendevano ore a costruire il personaggio, anche a “barare” spulciando tra le pagine e cercando il bivio migliore da seguire. E si confermano anche nuovi lettori, che tornano agli stand al Lucca Comics & Games per chiedere nuove avventure da giocare, in una forma di personalizzazione su carta che, sempre più, si avvicinerà al videogame interattivo e virtuale.

Un buon modo, insomma, per rispolverare i vecchi libri-gioco in cantina, nelle case degli appassionati, e di avvicinare le nuove generazioni al libro che, della personalizzazione e interattività fanno oggi la loro ragione comunicativa.

Al prossimo librogame, allora!