Agente Letterario | Editing e Promozione Libri Inediti | Francesca Costantino

Il caldo, il mare, le ferie… finalmente, direte voi, sono arrivate! Eppure, nei nostri strati cerebrali più ancestrali, restano intrappolati dei ricordi o suoni o sensazioni non proprio piacevoli di questo periodo estivo: uno su tutti, i terribili compiti per le vacanze! Non so voi, ma io li odiavo. Forse, perché mi riducevo sempre all’ultimo momento per farli, forse perché la Matematica non mi è mai andata giù, fatto sta che ad agosto il fatidico libro che dovevo completare era una tortura colossale.

Adesso, con il lavoro che stressa, le incombenze di vita quotidiana e il fatto di avere un bimbo piccolo, invece, pagherei oro per avere di nuovo quel libro dei compiti per le vacanze tra le mani. Sarebbe rilassante, divertente e, forse, riuscirei a fare pure gli esercizi di Matematica! Beh, su questo non garantisco nemmeno a 40 anni suonati…

Tutto ciò vi suscita forse ricordi di tenerezza, per quel periodo della vostra infanzia? Ebbene, sappiate che l’editoria ha cavalcato questa scia “vintage” già da tempo, a partire dai libri da colorare per adulti, bellissimi e illustrati, oppure quelli con insulti e parolacce che servono a sfogarci, a farci ridere e sorridere.

Il bisogno di evadere e di rilassarsi, almeno in vacanza, quest’anno è segnato proprio da loro, dai libri o quaderni di compiti per le vacanze per adulti. Uno dei primi e più riusciti è dell’editore Blackie, con copertine che ammiccano al passato, tradotti da titoli spagnoli. Ce ne sono poi anche di altri editori, sempre con copertine che richiamano l’estate e i bei tempi andati.

Sono gli autentici bestseller di questo periodo che – non dimentichiamolo – potrebbe segnare l’uscita definitiva dall’angoscia della pandemia di Covid 19. Almeno durante i mesi estivi, dunque, non pensiamoci più e rilassiamoci con questi bellissimi libri, con cruciverba, disegni, colori e battute che ci accompagnano da tutta la vita.

Allora, buoni compiti per le vacanze a tutti, grandi e piccini! E, come sempre, buona lettura.