Agente Letterario | Editing e Promozione Libri Inediti | Francesca Costantino

Colui che racconta storie, lo storyteller, è da sempre personaggio di grande fascino. In talune culture, viene dotato anche di particolari poteri, come quella di plasmare la realtà a piacimento.

E se oggi comunicare e proporre un brand fosse sinonimo di saper raccontare bene una storia? 

Magari, sfruttando anche le più moderne tecnologie di realtà virtuale, o realtà aumentata?

Lo storytelling, allora, diventa un modo di raccontare non tanto il marchio, quanto i valori di un’azienda, finanche trasmettere delle emozioni. Il consumatore è sollecitato da una miriade di stimoli, a qualunque ora del giorno e della notte; è sempre più attore della comunicazione, veloce, persuasiva. Perché sia persuasiva, bisogna dunque che faccia leva sulla vita di ogni giorno, sia breve e sappia emozionare, quindi toccare corde profonde.

La redazione di Agente letterario si occupa da qualche tempo di valorizzare brand attraverso lo storytelling, utilizzando tecniche di scrittura e narrazione e mezzi sempre più moderni: dai video brevi ed emozionanti, ai libri per bambini pop up e con carta di altissima qualità e cartotecnica, fino a file audio e audiolibri, passando per videogiochi e librogame interattivi.

Tra i nostri partner d’eccezione, troviamo Idra Interactive Studios e VIGAMUS Academy. Loro è la produzione di Code#DNA, un videogioco applied game o serius game, sviluppato per il Centro di Antropologia molecolare per lo studio del DNA antico, presso il Dipartimento di Biologia dell’Università di Roma “Tor Vergata”. Gli studenti, ma anche semplici curiosi della materia, in pratica, studiano E giocano, anteponendo così il fine informativo, didattico e promozionale dei corsi a quello puramente di intrattenimento.

Questo è solo un esempio di come lo storytelling, unito alle più moderne tecnologie e all’interattività, possono coinvolgere un pubblico più vasto che in passato, riportando anche le nuove generazioni all’amore per le storie. Immaginate, allora, come possa essere utile anche alle aziende, per creare brand awareness, attraverso l’interattività e la diffusione di QRCode, semplici immagini grafiche contenenti programmi o videogiochi interattivi “seri e applicati”, relativi ai propri prodotti o ambiti di business. Perché l’innovazione e la pubblicità passano anche dal connubio narrazione e interazione, verso il futuro della comunicazione: saper raccontare ed emozionare con il proprio brand.